Dasha ha 22 anni, la sua diagnosi è la paralisi cerebrale infantile, in più la hemiplegia di III grado e la sindrome convulsiva.





  Tutte le mamme sanno che gioia è la nascita di un figlio e come velocemente il dolore del parto viene dimenticato. Il nostro dolore non è andato via, è rimasto con noi da 16 anni ormai. Quello di mia figlia è fisico, il mio è nell'animo.

Dasha è nata il 26 settembre del 1993 con una paralisi cerebrale infantile, hemiplegia di III grado e sindrome convulsiva. Durante lo scorso anno, lo stato di salute di Dasha è peggiorato notevolmente. Le articolazioni delle gambe non si raddrizzano più. Dashenka può stare solo sdraiata, a causa del dolore causatole dai crampi muscolari, lei non può stare nemmeno sulla sedia a rotelle. Questo dolore, che prova Dasha, è così forte che le sue urla non mi fanno dormire di notte, ogni piccolo movimento per lei è difficile e la fà piangere.

Quello che vorrei è almeno alleviare questi dolori alla mia bambina, che non la fanno vivere, per questo programmavamo di riuscire ad essere ammesse ad un intervento chirurgico per la correzione dei tendini delle ginocchia e del linguine, a Tula (Russia), ma a causa di ripetuti attacchi convulsivi, l’intervento è stato spostato di 3 mesi.

E' tanto che aspettiamo ma questa condizione non si verifica mai, l'unico modo per sbloccare ciò, è una cura per le crisi epilettiche che qui da noi non possono effettuare. La situazione di Dasha, quindi, non le permetterà mai di eseguire quest'operazione, perché lei ha questi attacchi continuamente, queste crisi non "aspettano" 3 mesi!!

Per questo motivo abbiamo cercato un'altra soluzione, abbiamo trovato una clinica in Germania, Erlangen, in cui possono effettuare sia la cura per le crisi e per i dolori, e se necessario effettuare l’intervento chirurgico ai tendini.

Tutto ciò, però, è irraggiungibile per me e la mia piccola, a causa della durata del ricovero e del costo dell'operazione all'estero, la somma finale è sicuramente troppo alta. Abbiamo ricevuto il prevetivo per le cure presso la clinica tedesca. L'importo e'di 20 000 euro. Abbiamo anche ricevuto il preventivo per il trasporto medico di Dasha a mezzo aereo ed il costo per la sola andata e' di 17800 euro. L'importo complessivo per le cure e il trasporto e' di 55600. La nostra speranza e' che la fondazione di beneficenza Tedesca, possa partecipare alle spese di rimpatrio e quindi dall'importo complessivo possono essere detratti I 17800 euro per il viaggio di ritorno. Vi informeremo appena ci daranno risposta. Questa e' l'unico modo per trasportare Dasha in clinica.

Questa somma sono sicura che non riuscirò a raccoglierla neanche durante tutta la mia vita. Non ho la possibilità di lavorare perché sono sempre stata vicino a mia figlia per tutti questi 16 anni. In casa siamo solo io e lei.

Mi rivolgo a tutti con una grandissima preghiera di madre. Aiutateci, per favore, a raccogliere la somma necessaria per la cura. Senza il Vostro aiuto non vinceremo questa battaglia contro il dolore, che nonostante la grave malattia potrebbe far vivere alla povera Dasha una vita più dignitosa.

Ringrazio in anticipo tutti coloro che partecipano e parteciperanno alla nostra preghiera. Che Dio vi aiuti!

Dasha e la sua mamma.